Al mio rientro in Italia…!

…a chi mi dice l’India com’è?

Per strada, da quelle di campagna alle città,

tra i monti e le colline, nel deserto e vicino ai fiumi,

in ogni viuzza,

ho incontrato gruppi di bambini con cartelle e libri,

saltellavano, si tenevano per mano,

ridevano e scherzavano,

salutavano e domandavano in un perfetto inglese,

sono curiosi e spregiudicati come lo è un bambino.

STUDENTI OVUNQUE.

Allora a chi mi chiede com’è l’India io rispondo :

COME SARA’ L’INDIA TRA QUALCHE ANNO

QUANDO QUEI GIOVANI STUDENTI CON I LIBRI PIU GRANDI DI LORO E QUEI SORRISI PIU GRANDI DI NOI SARANNO NON PIU’ BAMBINI MA ADULTI?

” …magari ciò che non siamo più noi! INCREDIBILI”.

Ciao mia India a presto.il bene più prezioso per l'umanità è l'istruzione pubblica


Lascia un commento

*